descrizione

Perché gocce di armonia? Armonia significa sovrapposizione, incontro, combinazione di suoni diversi. Suonare insieme vuol dire anche ascoltare l'altro per potersi migliorare, per poter sentire la musica con l'altro, per poter costruire insieme. Questo è quello che cerco di fare con i miei studenti: creare armonia, insegnando quanto ascoltare e ascoltarsi sia importante per imparare e conoscere insieme, insegnante inclusa.
Speriamo di comporre, goccia dopo goccia, un mare di sinfonie …
Voglio ringraziare la mia amica Cristina per l'aiuto e l'incoraggiamento, senza di lei questo blog non avrebbe mai avuto inizio. Grazie Crì

Il materiale presente nel blog è stato pubblicato con il permesso dei genitori dei ragazzi.

2 dicembre 2018

Benessere e segni di crisi in occidente

Materiali di approfondimento sulla Belle Epoque, le sue luci e le sue ombre.

Approfondimenti e tanti spunti per andare oltre ...

L'esposizione universale di Parigi: Domenica, 15 Aprile, 1900

Dal 15 aprile al 12 novembre 1900, l'esposizione, il cui tema era "Bilancio di un secolo", fu l'esposizione universale più importante della Francia con oltre 50 milioni di visitatori nei 212 giorni di apertura.

Inaugurata dal Presidente Emile Loubet, è organizzata tra l'Esplanade des Invalides e Champs de Mars. Ospiterà su 216 ettari, 76.000 espositori che presenteranno le loro creazioni e vi lavoreranno più di 156.000 persone.

Alcuni simboli di questa esposizione: il tappeto mobile, la comparsa della metro, il Petit e il Grand Palais, l'arrivo dei primi film dei fratelli Lumière, il Globo celeste, la fontana luminosa, le stazioni di Orsay, Invalides e Gare de Lyon.
https://www.lamarne14-18.com/it/esposizione-universale-di-parigi
http://www.napolitan.it/2015/04/14/18544/14-aprile-1900parigi-inaugura-la-prima-esposizione-universale-del-900/







Il cinematografo








Le Olimpiadi del 1900: si parla di pace e solidarietà tra i popoli







In viaggio sull'Orient Express






https://pms.wikipedia.org/wiki/Figura:Orient-Express_1883-1914-3.png

La tragedia del Titanic, ma anche il grande progetto ingegneristico


https://www.mondofox.it/2018/04/17/la-vera-storia-del-titanic-verita-teorie-supposizioni-curiosita/




La prima donna che fece il giro del mondo in bicicletta: Annie Kopchovsky

https://www.voglioviverecosi.com/annie-kopchovsky-la-prima-donna-che-fece-il-giro-del-mondo-in-bicicletta.html

libro: https://www.ibs.it/giro-del-mondo-in-bicicletta-libro-peter-zheutlin/e/9788861922044



La prima donna a vincere il Giro d'Italia (1924): Alfonsina Strada

http://www.repubblica.it/cultura/2016/10/20/foto/in_bici_sulle_tracce_di_alfonsina_strada_il_fotoprogetto-150211458/1/#1


libro:






IL MONDO DEL FUTURO



L’anno è il 1910. In Europa, il progresso tecnologico è rappresentato in primo luogo dall’elettricità, dal telefono, dal cinematografo, dalle fantasie scientifiche di Verne; non ancora dalle armi che pochi anni dopo decimeranno una generazione. Immaginare il futuro è una pratica diffusa, guidata da un ottimismo un po’ ingenuo e da una buona dose di fantasia. Fra gli altri, si cimenta nell’impresa l’illustratore francese Villemard, all’interno di una serie di cromolitografie divenuta celebre, dal titolo complessivo “En l’an 2000”.
Gino Roncaglia, Studiare digitale, libri e scuola nell'età della frammentazione, Laterza, p. 3 






Ma la crisi e l'inquietudine sociale è nell'ombra ...

- le grandi potenze ambiscono agli imperi coloniali- il benessere è per pochi- molti partono verso paesi lontani, verso l'ignoto- contadini e operai lottano per i loro dirittie l'arte ci parla di questo, l'arte delle avanguardie che guardano al presente ma che danno diverse risposte e rompono gli schemi finora esistenti, dalla grammatica, sintassi alle forme definite dell'arte pittorica.

L'esaltazione della guerra e delle macchine dei Futuristi (li vedremo dopo)

da Zang Tumb Tumb di Filippo Tommaso Marinetti




L'angoscia esistenziale nell'Urlo di Edvard Munch

precursore dell'Espressionismo





L'Astrattismo


Vasilij Kandinskij
Fugue-fuga, 1914 
Fondazione Beyeler

Il Cubismo

Ritratto di Pablo Picasso, di Juan Gris (18871927)












11 novembre 2018

Tanto gentile e tanto onesta pare


6 marzo 2018

7 gennaio 2018

In cammino per ... crescere


A cosa servono le fiabe?



Cosa pensa il bambino del video?
Cosa voleva trasmettere chi ha fatto il video?


Leggiamo insieme la fiaba di Cappuccetto Rosso nelle due versioni di C. Perrault e dei fratelli Grimm





1. Nei panni di Cappuccetto:
- cosa pensa CR quando la mamma le chiede di andare dalla nonna?
- cosa pensa CR quando la mamma le fa le mille raccomandazioni?
- CR in cammino, cosa le passa per la testa?
- CR di fronte al lupo, come reagisce, come vorrebbe reagire, quali sono le sue emozioni?

2. Nei panni dell'autore:
- concentriamoci sui momenti cruciali ... quali sono?
- cerchiamone insieme il senso, cioè qual è il significato di ogni singolo episodio, cosa l'autore ha voluto mettere in evidenza?

Rileggiamo la fiaba visualizzando il percorso di Cappuccetto attraverso il bosco
(Cappuccetto Rosso, LeMilleunaMappa)

3. Riflettiamo insieme su alcuni elementi del cammino:
- il cestino
- le orme di CR
- le orme del lupo
- la casa di CR
- la casa della nonna
- il bosco

a. associa a ogni elemento la prima cosa che ti viene in mente
b. associa a ogni elemento la prima emozione che ti viene in mente
c. secondo te, questi elementi possono essere metafora di altro?



la foto è mia

- Il testo non è molto semplice, quindi come prima cosa ci accertiamo di aver compreso bene tutte le parole; ognuno di voi sottolinea le parole che non comprende e poi si confronta con il compagno di banco cercando di dare un significato desumendolo dal contesto.

- Cosa racconta il testo? scriviamolo in modo semplice e sintetico.
- Perché il protagonista si allontana da casa? Tu lo avresti fatto?
- Cosa gli è accaduto dopo a causa di quest’azione?
- Cosa hai provato leggendo?
- A cosa, della tua vita, ti fa pensare questo racconto?
- Perché ha paura? Come descriveresti una persona che ha paura?
- Rintraccia nel testo tutti i dati sensoriali. Quanto incide la descrizione sullo stato d'animo del protagonista?


to be continued ...